14 febbraio 2017

Evento

Wine Show è il grande evento enogastronomico – giunto quest’anno alla sua seconda edizione – che a Orvieto mette in mostra i prodotti di cantine e aziende vitivinicole provenienti da tutta Italia con oltre 700 etichette in esposizione e degustazione.

L’ingresso alle sedi senza degustazioni è libero. Per chi volesse invece entrare e degustare, potrà acquistare i biglietti presso le sedi dell’evento oppure online visitando la pagina dedicata: www.wineshoworvieto.com/shop/biglietto/

Un appuntamento imperdibile per esperti e appassionati di vino, una preziosa occasione di incontro  e confronto diretto tra i produttori e le imprese del settore food&beverage, un’opportunità unica per coniugare le eccellenze enogastronomiche alla promozione turistica di un territorio come quello di Orvieto ricco di storia, cultura e gioielli architettonici e paesaggistici. Dopo il fortunato esordio dello scorso anno, il programma dell’edizione 2017 del Wine Show si arricchisce per diventare sempre di più uno spettacolo per gli occhi e per il palato. Uno Spettacolo con la S maiuscola!

S come… Sinergie

Da soli si può andare più veloci, insieme si va più lontano. E si cresce. Con questo spirito nasce la collaborazione con la manifestazione “Orvieto in fiore” che realizzerà delle composizioni dedicate al vino e al Wine Show che saranno ospitate nelle location dell’evento. Non solo. Le bellissime infiorate faranno da sfondo anche al “Wine Tour”, un profumato e colorato percorso guidato di degustazione attraverso i quattro quartieri di Orvieto e la loro storia.

Gradita new entry della seconda edizione del Wine Show è l’Ais, l’Associazione Italiana Sommelier, che insieme alla Fisar guiderà le degustazioni nelle location dell’evento.

Wine Show anche nell’edizione 2017 consolida e rafforza le collaborazioni avviate lo scorso anno con l’associazione “La Castellana”, che si occuperà della logistica e della sicurezza, l’associazione dei commercianti “Orvieto per tutti”, con il concorso per le migliori vetrine a tema, e CreItalia Group, che ha realizzato il nuovo sito internet. Il tour operator Orvietur proporrà invece appositi pacchetti turistici per il weekend  del Wine Show.

La manifestazione gode inoltre del patrocinio di Comune di Orvieto, Provincia di Terni e Confartigianato.

S come… Storia

Il Wine Show si terrà nei giorni in cui Orvieto festeggia la “Palombella”, la manifestazione con la quale dal 1400 la città celebra la Pentecoste. Negli ultimi anni la festa è stata ulteriormente valorizzata abbinando al volo della colomba bianca sul sagrato del Duomo, simbolo della discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli,  il tradizionale Corteo delle Dame, il torneo dei Balestrieri e gli spettacoli medievali. Dal 2013 negli stessi giorni si tiene anche l’evento “Orvieto in fiore” che recupera e rilancia la tradizione delle infiorate del Corpus Domini.

Ma il Wine Show, con uno spazio dedicato alle cantine e ai vini orvietani, vuole mettere in vetrina soprattutto il territorio enoico più antico dell’Umbria e il prodotto che ha legato indissolubilmente il suo nome alla città e per il quale la Rupe è conosciuta in tutto il Mondo: l’Orvieto Doc. Una storia che sarà esaltata nel confronto con le migliori etichette provenienti da tutta Italia.

S come… Spazi

Fin dalla prima edizione il Wine Show ha voluto porre l’accento sulla necessità di occupare e rivitalizzare degli spazi importanti della città pensati proprio per essere il contenitore-vetrina dei suoi gioielli, il vino in primis. E’ il caso di Palazzo del Gusto-Chiostro di San Giovanni, sede dell’enoteca regionale dell’Umbria, che in questi anni ha vissuto sorti alterne senza mai essere valorizzato fino in fondo. E’ stata la sede dell’edizione 2016 del Wine Show che per l’occasione lo ha ribattezzato Palazzo del Vino e lo sarà anche quest’anno. L’obiettivo è evidenziare ancora una volta le enormi potenzialità della struttura e l’esigenza, non più rinviabile, di trovare una soluzione stabile per la gestione che sappia mettere insieme tutti i soggetti che hanno a cuore il vino orvietano.

Ma per l’edizione 2017 il Wine Show si farà in tre e oltre al citato palazzo del Gusto – Chiostro di San Giovanni ci saranno anche Palazzo del Popolo, altra struttura che meriterebbe un’attenzione maggiore, e la ex chiesa di San Giacomo in Piazza Duomo ad ospitare le degustazioni e le iniziative di quest’anno.

S come… Social

“Una bottiglia di vino implica la condivisione; non ho mai incontrato un amante del vino che fosse egoista”. Si può dire che il vino sia quasi un antesignano dei social network per la capacità di mettere in relazione e avvicinare le persone. Il vino è socialità, è convivialità, è emozioni e nemmeno il miglior enologo del Mondo riuscirebbe a riprodurre l’ingrediente segreto che rende un bicchiere di vino memorabile: dove, quando e con chi lo bevi. Davanti a un bicchiere di vino ci si innamora, si piange, si ride con gli amici, si festeggia, anche noi e le nostre sensazioni siamo il vino che beviamo. Wine Show 2017 vuole esaltare questo concetto non solo abbinando alle degustazioni le bellezze di Orvieto ma anche sposando l’hashtag #BeWine che accompagnerà un divertente percorso social all’interno della manifestazione da condividere sui profili Facebook, Twitter e Instagram  dell’evento.

S come… Sommelier

Il Wine Show potrà contare quest’anno su un testimonial d’eccezione, un campione assoluto: il miglior sommelier d’Italia in carica Maurizio Filippi, originario di Novara ma ormai umbro d’adozione, che condurrà i visitatori della manifestazione in una degustazione “speciale” assolutamente da non perdere.